.
Annunci online

AntifascismoResistenza
29 marzo 2008
Campo di sterminio di Maly Trostenets
 

Maly Trostenets (bielorusso: ????´ ?????????´?; russo: ??´??? ????????´?), è un piccolo villaggio alla periferia di Minsk, in Bielorussia, dove venne costruito un campo di sterminio nazista poco conosciuto ma terribilmente "efficiente".

Il campo fu aperto nell'estate del 1941 sul sito di un ex kolchoz. In origine fu un campo di concentramento destinato alle migliaia di prigionieri di guerra sovietici caduti in mano tedesca dopo l'avvio dell'Operazione Barbarossa. Ben presto, il 22 giugno 1941, il campo venne trasformato in un Vernichtungslager (campo di sterminio). Il 10 maggio 1942 vi giunse il primo trasporto di ebrei. Gli scopi del campo furono ampliati, allora, allo sterminio della nutrita comunità ebraica di Minsk e dell'area circostante. Lo sterminio era attuato anche con camere a gas mobili, che svolsero una funzione notevole nel processo di genocidio.

I primi convogli di internati provenivano dalla Germania, dall'Austria e dalla Repubblica Ceca. In seguito furono internati a Maly Trostenets i membri della comunità ebrea di Minsk e dall'area circostante. I deportati nella maggior parte dei casi trovavano la morte poco dopo il loro arrivo. Se non venivano ritenuti idonei al lavoro, essi erano trasferiti alle vicine foreste di Blagovshchina (??????????) and Shashkovka (????????), dove erano fucilati con un colpo alla nuca.

Il 28 giugno 1944, mentre l'Armata Rossa si avvicinava alla regione, i nazisti bombardarono il campo nel tentativo di occultarne l'esistenza, secondo quanto previsto dalla Sonderaktion 1005.I Sovietici tuttavia scoprirono 34 fosse collettive, alcune delle quali misuravano 50 metri in lunghezza, e 3 o 4 metri in profondità. Secondo un rapporto speciale preparato dalla Commissione Statale Straordinaria dell'URSS negli anni quaranta, le fosse comuni furono ritrovate nella foresta di Blagovshchina, a circa 500 metri dall'autostrada Minsk–Mogilev, in corrispondenza del km 11.

Si stima che il numero di persone morte a Maly Trostenets sia compreso tra i 200.000e il mezzo milione di morti, non si ha notizia di alcun sopravvissuto dal campo. Le stime dello Yad Vashem parlano di 65.000 vittime ebree, mentre lo storico Tedesco Christian Gerlach ha stimato il numero di vittime ebree tra i 40.000 ed i 60.000. La segnaletica presso il memoriale costruito sul sito dove sorgeva il campo menziona la morte di 206.000 persone. Il memoriale riceve migliaia di visite all'anno. Ciò malgrado i resti dell'ex campo di sterminio constino solo di una fila di alberi di populus piantati dai detenuti per delimitarne il perimetro.

Alcuni riferimenti al campo di Maly Trostenets sono compiuti dal film "La foresta delle anime" (The Forest of Souls) di Carla Banks.

Convogli diretti a Minsk ed alcuni dati sul numero di vittime

Tra i numerosi convogli diretti a Minsk, i seguenti sono stati documentati:

Origine Numero di convogli
Numero di persone trasportate
Germania (Amburgo (2) Brema (2), Düsseldorf, Francoforte sul Meno, Berlino, Königsberg e Colonia ) 7 6 658
Vienna 9 8 472 (12 sopravvissuti)
Protettorato di Boemia e Moravia (Theresienstadt: 5, Brünn) 6 6 000
Polonia (Varsavia) 1 1 000

 

Secondo il tribunale federale di Coblenza almeno il 90% di questi deportati, ovvero tra le 19.000 e le 20.000 persone, furono sterminati a Maly Trostenets. È probabile che due o altri tre convogli provenienti dall'Europa dell'Ovest siano partiti verso il campo di concentramento di Dachau




permalink | inviato da Anpi Giovani Arezzo il 29/3/2008 alle 14:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE