.
Annunci online

AntifascismoResistenza
20 marzo 2008
Empoli (Firenze):24 luglio 1944
 Il 23 luglio 1944, con il fronte di guerra molto vicino, una auto tedesca stava percorrendo una strada vicinale in località Pratovecchio, alle porte di Empoli. Per cause ancora non ben chiarite, durante uno scontro a fuoco con uomini armati, alcuni soldati caddero uccisi. Uno, ferito gravemente, riusciva a raggiungere il suo comando in località Terrafino dando l’allarme. Subito, il reparto tedesco imbastiva una azione di rastrellamento e catturava un gruppo di uomini, molti dei quali sfollati dalla città, presenti in zona. Una trentina di essi venne inviata sotto scorta, verso Empoli. Un primo tentativo di fucilazione nei pressi del posto dove c’era stato l’attacco, venne sventata dall’intervento della ricognizione aerea alleata che, vista questa lunga colonna di persone, chiese l’intervento dell’artiglieria. Durante il tragitto del viaggio, che era ripreso, alcuni uomini riuscirono a scappare. Giunti in centro Empoli, in piazza Francesco Ferrucci, i 30 superstiti furono fatti mettere tra alcuni alberi. Seguiva una concitata serie di eventi. Mentre i tedeschi aprivano il fuoco con armi automatiche, uno degli ostaggi riusciva fortunosamente a fuggire benché ferito. La città, in quel momento, era deserta perché gli abitanti erano, in gran parte, sfollati. Sulla piazza rimasero 29 corpi che furono pietosamente raccolti dal proposto don Ascanio Palloni. Si presume che autori di questa strage siano stati soldati della 3a Panzergrenadierdivision, probabilmente del Pionier Bataillon, che aveva la responsabilità del settore.



permalink | inviato da Anpi Giovani Arezzo il 20/3/2008 alle 13:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 522705 volte




IL CANNOCCHIALE