.
Annunci online

AntifascismoResistenza
20 marzo 2008
Crespino sul Lamone, comune di Marradi (Firenze):17 luglio 1944
 

Lunedì 17 luglio 1944, due militari tedeschi della guarnigione del posto, vengono attaccati ed uccisi da una squadra di partigiani. Subito scatta la reazione, e ha inizio un rastrellamento casa per casa della frazione di Crespino. Gli uomini sono catturati e trasportati altrove nella gran parte. Qualcuno, e anche qualche donna, viene ucciso sul posto. La chiesa

viene profanata. I prigionieri vengono massacrati a colpi di mitragliatrice, poi i tedeschi catturano l’anziano parroco, don Fortunato Trioschi, e altri due uomini già in là con gli anni. Li costringono a raggiungere il luogo dell’eccidio e gli ordinano di scavare una fossa. I tre malcapitati riescono a stento, causa l’età, a finire il lavoro. Poi i germanici fanno andar via uno dei tre e uccidono il prete e l’altro a colpi di fucile seppellendoli. Ma dal groviglio di corpi, esce un superstite coperto di sangue, e sarà lui a scrivere la testimonianza di quella atrocità. Morirà nel 1948 a causa delle tremende ferite inflittegli in quella circostanza. 42 le vittime, di cui sei non identificate. In questo elenco c’è compreso anche il superstite morto quattro anni dopo.

 




permalink | inviato da Anpi Giovani Arezzo il 20/3/2008 alle 13:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 522701 volte




IL CANNOCCHIALE